Allevamento di cani Bolonka Zwetna

L’azienda agricola Piazza di Marta Zannini è l’unico allevamento di cani Bolonka ad oggi riconosciuto in Italia.

attestato-cani-bolonka-bshattestato-cani-bolonka

La storia

Storicamente la Russia non è mai stata conosciuta per l’allevamento e la selezione di piccoli cani da compagnia in quanto in passato si allevavano solo cani che aiutavano l’uomo, solo cani utili . Mercanti e contadini non avrebbero mai tenuto un cane solo per il piacere derivante dalla sua presenza in casa ma il cane era visto come un soggetto da usare. Gli avi degli attuali Tsvetnaya Bolonka russi migrarono verso l’impero russo con l’arrivo delle truppe napoleoniche e furono conosciuti come Bolonka Francesi . Bolonka significa semplicemente lapdog , cioè cani di lusso o da compagnia, e Tsvetnaya Bolonka significa lapdog colorati . Dopo il ritiro delle truppe napoleoniche, alcune generazioni rimasero in Russia e divennero il ceppo fondatore dell’attuale Tsvetnaya Bolonka Russo.
Dopo la seconda guerra mondiale ci fu un aumentato interesse verso nuovi incroci di cani e tale interesse si espanse fino ad includere le razze non sportive e da compagnia.
Durante il regime sovietico fu quasi impossibile importare cani da altre nazioni. Gradatamente nuove razze di cani si svilupparono dalla selezione di ceppi esistenti come ad esempio i Franzuska Francesi o i Bichon Frise, il maltese, lo Shi-Tzu e lo Yorkshire Terrier. Comunque durante l’era staliniana fu quasi impossibile che le razze dei cani di lusso (Dog Fancy) si sviluppassero, come invece successe per i cani da lavoro. Quando Khrushchev andò al potere nel 1960, aumentò la restrizione della propagazione di razze di piccoli cani così come la loro domanda.
Grazie alla costruzione di appartamenti o piccole abitazioni ci fu un aumento nella domanda di razze canine di piccola taglia in quanto risultava impossibile tenere in spazi ristretti cani da lavoro di taglia grande. Nella selezione di queste razze di taglia piccola si considerò importante selezionare caratteri utili, attributi tipici delle razze da lavoro ma che si volevano introdurre o mantenere anche nei cani da compagnia . Nel Tsvetnoya Bolonka si volle selezionare un cane vigile. Quando aumentò l’interesse verso razze di cani per hobby , nelle città si crearono nuove popolazioni di cani. Da qui le razze russe di cani iniziarono a svilupparsi. Le attuali razze di cani russi includono il Terrier Russo, con mantello sia corto che lungo, conosciuto anche come il cane terrier moscovita dai capelli lunghi e il Tsvetnaya Bolonka. Gli standard per questi animali furono confermati dalla Federazione Cinologica Russa (RKF) nell’estate del 1997.
In passato i Bolonka russi (anche conosciuti come i Bolonka Francesi o i Bolonka Franszuskiaya), furono considerati un Bolognese italiano. Ad una esposizione russa nel 1997, un esperto italiano della FCI, Mario Perricone, considerò i cani Bolonka russi come tipici Bolognesi italiani di alta qualità e dunque da quel punto di vista, Bolonka bianchi furono per essere considerati come Bolognesi italiani e i loro pedigree furono modificati di conseguenza. Il cane russo Tsventnaya Bolonka è un animale piccolo creato con generazioni locali di Mosca e St. Pietroburtgo. La razza evolse da ibridi di Lhasa-Apso, Toy Poodoes, Shi-Tzu, Bolognese francese e Pechinese come anche piccoli meticci con pelo lanuginoso.

Caratteri selezionati: il Bolonka ieri ed oggi

I ricci lucenti morbidi degli attuali Bolonka Tsvetnaya russi furono sviluppati in risposta alle specifiche necessità e limitazioni del luogo di vita.
I primi cani furono poco appariscenti dal punto di vista estetico poiché gli sforzi per selezionare un bel mantello si scontrarono con la cura pratica dello stesso, resa difficile dalla scarsità di acqua, shampoo delicati e balsami usati nel west. Per lavare i cani si usavano i saponi grezzi fatti in casa seguiti da una rapida e devastante asciugatura del mantello. Per lo stesso motivo non erano presenti tutte le colorazioni del mantello dei Tsvetnaya Bolonka. Mentre ora questi cani si presentano in un arcobaleno di colori, in passato venivano selezionati solo i colori scuri e mantelli a pelo corto, per risolvere il problema della scarsità di acqua e shampoo idonei al lavaggio dei mantelli chiari e lunghi. I nodi che spesso si formano nelle razze con mantelli lunghi non avrebbero potuto essere immediatamente sciolti. Nel periodo precedente l’Unione Sovietica incoraggiò, attraverso la selezione generazionale, lo sviluppo di mantelli con riccioli lucenti che avessero un soffice e vellutato sotto pelo che possedesse qualità di essere repellente all’attaccamento di terra e polvere.

Temperamento

Il temperamento meraviglioso è ciò che distingue il Tsvetnaya Bolonka russo dalla maggior parte di altre razze di cani. Essi sono facili da gestire, non facilmente eccitabili sono compagni meravigliosi di bambini e adulti. Essi vivono in amicizia con altri animali mostrando scarsa aggressività anche nel caso in cui venissero aggrediti. Si legano facilmente e indissolubilmente ai loro proprietari, si allertano nel caso di pericolo in avvicinamento. I cuccioli di Bolonka sono piccoli, meravigliosi e affascinanti. Il loro affetto non conosce limiti. Sono felici curiosoni e straordinari membri della famiglia, convivono serenamente con altri cani, con bambini ed estranei. Oggi i Bolonka Tsvetnaya russi stanno diventando sempre più popolari e sono chiamati i Cani del XXI secolo poiché molte famiglie preferiscono cani di piccola taglia.

Caratteristiche morfologiche

Il Bolonka Tsvetnaya russo è un cane sempre felice e attivo che si presenta in un sorprendente varietà di colori che includono il crema, il beige, il marron, l’arancione, il nero, il grigio/bianco e il nero/grigio, con tutti i tipi di sfumature. Una eccessiva quantità di bianco non è accettata. Il mantello è soffice al tatto, morbido e ondeggiato. Essi sono unici nella loro capacità di adattarsi alle condizioni del luogo dove vivono. I Tsventnaya Bolonka pesano da 8 a 10 libbre, con un’altezza che si aggira sugli 8-10 inches. Sono inscritti in un quadrato. Il loro mantello è lungo, lucente e ondulato con lunghi riccioli con un ricco sottopelo. Il mantello non dovrebbe essere troppo soffice o troppo lungo come ad esempio nello Yorkshire Terrier. Le orecchie sono portate basse, attaccate leggermente alla testa o appena sporgenti, ma né corte né troppo lunghe. La coda è molto importante. Dovrebbe essere portata sopra la linea dorsale, con la sua punta che tocca il sedere. I baffi e la arista sono caratteristiche distintive della razza, sono molto più prominenti nei maschi che nelle femmine.

Descrizione in breve di questa razza

Com’è il Bolonka? E’ un divertente, amabile, dolce piccolo cane che vuole niente più che sedere sulle tue gambe e amarti. Come temperamento il Bolonka è molto simile all’Havanese. Essi amano chiunque e stanno benissimo con altri animali. Per la loro natura affettuosa Sono cani adatti ai bambini. Sono facili da pulire poiché i loro mantelli a riccioli non si annodano facilmente e necessitano soltanto di essere spazzolati una volta alla settimana. Dunque se stai cercando un cane dolce, amabile, che si affezioni, questa potrebbe essere la razza per te.

Allevatori Italiani

Attualmente l’unica allevatrice riconosciuta ufficialmente in Italia è la Sig.ra Marta Zannini, che dal 2002 alleva e tutela con competenza e serietà la razza Bolonka.
Tutti i suoi cani Bolonka hanno il pedigree.


Testo di Fabiola Zanella